Kombat festival 2004
Percorso: -Ultima modifica: Thursday, 3 February, 2005 13:30
MENU

Kombat Festival 2004
Cerca nel sito

Home Page
Il Kombat Festival

Lo staff
Dove
Il Programma
FAQ Kombat
..........................
Arti Marziali

Sport da Combattimento
....................
Fighters
Esibizioni
..........................

Download
Foto
Video
Link
Link dei visitatori
..........................

Rassegna Stampa
Sostenitori
Tickets
Prevendite

Contatti
..........................
 
 
Iscriviti alla Mailing list
Inserisci il tuo nome ed il tuo indirizzo email verrai aggiornato sulle novità del sito:
Name:
Email:  
Subscribe
    Unsubscribe
Video SP
radio Babboleo
oktagon

 

Arti marziali


Arti marziali Tecniche di combattimento utilizzate nei paesi dell'Estremo Oriente e in seguito adottati da alcune religioni e filosofie orientali come metodi per raggiungere l'armonia tra il corpo e lo spirito. Di origine molto antica (il primo metodo, composto da 18 movimenti di autodifesa, venne introdotto in Cina nel VI secolo a.C.), oggi le arti marziali vengono praticate a livello sportivo senza per questo aver perso il loro carattere tradizionale. I praticanti indossano normalmente divise che caratterizzano ogni singola disciplina. Nelle più note, come il judo e il karate , si indossano cinture di colori diversi, dal bianco al nero in una gradazione progressiva che designa il livello di preparazione del cultore: oltre al colore come segno di distinzione fra i diversi livelli di abilità, le categorie vengono misurate su una scala che va da 1 a 10 gradi, detti dan . Alcune arti seguono una serie di regole che prevedono prese e immobilizzazioni; altre contemplano colpi e parate portati con le mani, le braccia e le gambe; altre ancora utilizzano attrezzi, come bastoni o spade.
Oltre al judo e al karate, le arti marziali più conosciute sono: il kung-fu , o box cinese, che insieme al karate è una delle arti marziali più praticate al mondo; lo ju-jutsu , una delle discipline più antiche da cui è derivato il judo e che consente, per le tecniche di autodifesa, sia l'utilizzo degli arti, sia quello di armi o di attrezzi; l' aikido , derivato anch'esso dal ju-jutsu, impostato su gesti armoniosi e circolari, con movimenti difensivi, di proiezione, e immobilizzazione dell'avversario; il tai-chi chuan , caratterizzato da movimenti lentissimi e controllati che ne fanno, insieme all'aikido, l'arte marziale più raffinata dal punto di vista della preparazione psicofisica (tai-chi chuan e aikido non prevedono alcuna pratica agonistica); il sumo , lotta tradizionale giapponese dalle antichissime origini e contraddistinta dall'elaborato cerimoniale e dalle mastodontiche dimensioni dei suoi praticanti, osannati in Giappone come veri e propri eroi nazionali; il kendo , o scherma giapponese, che ha nell'uso di una spada di bambù la sua caratteristica principale, mentre l'abbigliamento dei suoi praticanti richiama la forma delle armature dei samurai ; infine, il Tae Kwon Do, arte marziale coreana dalla lunga tradizione, il cui termine significa letteralmente "arte di combattere con l'uso di pugni e calci a volo". Praticato a livello agonistico, il taekwondo,è disciplina ufficiale alle Olimpiadi

articolo prelevato da
"Arti marziali," Microsoft® Encarta® Enciclopedia Online 2003
http://encarta.msn.it © 1997-2002 Microsoft Corporation. Tutti i diritti riservati.

- KOMBATFESTIVAL®- Realizzazione Bruno Cavanna